Edizione 2013

 

Bastimento - Film Festival sulla Musica delle Culture Migranti è un concorso cinematografico promosso dall’Associazione Culturale La Barberia, in collaborazione con l’Area Cultura del Comune di Bologna. Il festival, giunto alla seconda edizione, è riservato a opere che abbiano come soggetto la musica nelle culture migranti, in particolar modo a film che documentino e valorizzino tale dimensione culturale nell’area metropolitana di Bologna.
Ha come finalità quella di promuovere le produzioni video-cinematografiche che abbiano come soggetto la musica delle culture migranti, con lo scopo di favorire il confronto e lo scambio tra le diverse comunità, i processi di integrazione e la conoscenza di specificità culturali. BASTIMENTO si propone di sostenere la diffusione di opere video-cinematografiche che, per le loro caratteristiche artistico culturali, sono meritevoli di essere rese visibili e promosse.
La partecipazione è aperta a tutte le opere senza vincolo di anno di produzione, genere, formato e tecnica, sia distribuite nelle sale cinematografiche o nel mercato home-video in Italia o all’estero, sia inedite.

 

Programma

 

Le proiezioni inizieranno alle ore 18
A seguire musica dal vivo con
OZHIDANIE
BARBESITOS

 

UNDERWATER [ITA 2012, 9’]
di Kathleen Dalaney

Underwater è un film indipendente e sperimentale realizzato dalla danzatrice Kathleen Delaney e dal fisarmonicista Claudio Jacomucci.
Tema centrale è il potenziale simbolico ed energetico del mare, il ruolo dell'acqua ora come messaggera, entità capace di portare persone e messaggi in luoghi remoti (# 1, The Bridal Veil), all'acqua come culla, luogo di contatto con un universo pacificatore (# 2, 'Ncopp'all'onna).
Underwater # 2, “Ncopp’all’onna” da una bellissima canzone Napoletana del 1918: l'abbandonarsi alle onde e alla loro energia.
La danzatrice sente il moto infinito dell'acqua ed ad esso si intona, rigenerando continuamente il suo proprio moto nelle onde.
Underwater # 1: "The Bridal Veil" si ispira invece alla ballata scozzese Scarbourogh Fair del XVII sec. Il tema è quello della promessa d'amore mandata come si usava ai tempi, di bocca in bocca: una promessa migratrice e per questo ancor più preziosa e forte.
Le musiche, fondamentali nel dare un senso al corto sono trascritte ed interpretate dalla fisarmonica di Claudio Jacomucci, uno dei più importanti rappresentanti del suo strumento, di recente avvicinatosi proprio al tema delle musiche migranti con il suo cd Beyond (Blowout records, 2012).
La storia della fisarmonica è legata indissolubilmente alla migrazione delle genti e delle culture.
Dalla fine del 19simo secolo, migrant italiani hanno disseminate la fisarmonica nelle più lontane region della terra diventando uno deli strumenti popolari più presenti nelle tradition folk e urbane.
La migrazione ha sempre arricchito la musica: incontro di linguaggi, di fisicità e approcci diversi al suono, hanno avuto effetti radicali nella trasformazione e nel rinnovamento della  musica.
sitoweb: www.kathleendelaney.org
 

AMATO BROS [ITA 2012, 55’]
di Giuseppe di Bernardo
Canicattini Bagni (SR) è un comune della Sicilia orientale. Come amano ricordare i suoi stessi abitanti “qui ogni tre case c’è uno strumento musicale”.
In questo milieu si innesta la storia dell’ “Amato Jazz Trio”, formazione composta da: Elio, mente artistica e decano del trio; Alberto, contrabbassista dall’ aria melanconica; Sergio, estroso batterista.
La loro attività musicale esplode nell’’88 con la vittoria del Jazz Contest a Milano, concorso dedicato ai nuovi talenti del jazz italiano. Il trio si afferma in seguito nel panorama italiano ed europeo.
Nel 2003 però accade l’irreparabile. L’ ascesa della formazione viene bruscamente interrotta dalla morte di uno dei fratelli, il batterista Sergio, per un incidente stradale. L’ attività concertistica viene interrotta. Per oltre un anno il trio non suona. La rinascita avverrà sotto il segno della magia.
sitoweb: www.amatobros.it

 

VISIT INDIA [ITA 2012, 58’]
di Patrizia Santangeli
Visit India è un documentario, il racconto di un paesaggio umano che, dietro colori e riti religiosi, nasconde solitudini e spaesamento. Ordinaria quotidianità e sentimenti di chi si trova in una terra straniera, spesso senza famiglia, a volte in balia di un razzismo spicciolo o dell’atteggiamento di chi ignora l’altro solo perché è più facile così.
sitoweb:  www.visitindia.it

 

NUOVA MADRE [ITA 2009, 26’]
di Renato Chiocca
Indiani, polacchi e veneti. L’incrocio di tre comunità nell’Agro Pontino secondo le storie di Vicky, Robert e Lino. Tre vite seguite ed ascoltate tra religione, memoria e lavoro. Un ritratto a più voci del territorio che dalla sua origine è sempre stato terra d’immigrazione.
Vincitore del Premio Latina Film Fund 2009 con queste motivazioni: “Per la scelta e la capacità di intrecciare storie di immigrazioni del passato e del presente, ponendosi come obiettivo una caleidoscopica panoramica dell'identità di un territorio attraverso le sue popolazioni”.
sitoweb: http://www.cinemaitaliano.info/nuovamadre

 

ASS-SABR - La pazienza di un popolo in gabbia [ITA 2012, 30’]
di Tiziano Falchi
Il documentario è nato dalla collaborazione fra Ahimsa-DocVideo (piccola casa di documentazione sociale indipendente, fondata da Tiziano Falchi) e l’associazione Laboratorio di Pace Lerici - Solidarietà con il popolo Saharawi. L'obiettivo del film è di sensibilizzare l'opinione pubblica riguardo alla lotta per l'autodeterminazione che questa popolazione del Sahara Occidentale porta avanti da più di trent’anni. Le interviste sono state interamente registrate nei campi profughi situati nel deserto algerino a Tindouf nell' aprile 2012

 

JOGGIAVANTFOLK - 15 anni suonati [ITA 2013, 40’]
di Claudio Metallo

Lo Joggi Avant Folk è un festival musicale, culturale ed artistico che si svolge a Joggi, un paese di 150 abitanti in provincia di Cosenza.
Il documentario Joggi Avant Folk: 15 anni suonati, racconta proprio i 15 anni di storia di questo evento autofinanziato, autogestito ed autorganizzato.
Nel film vengono evidenziati i concerti più belli svoltisi a Joggi attraverso il materiale di repertorio girato da Ermanno Longo, mentre l'edizione del 2012 è girato da Claudio Metallo.
sitoweb: www.cinemaitaliano.info/joggiavantfolk

 

*****

 

Bando di partecipazione

Entry Form

Utilizza il modulo di pre-iscrizione per segnalare il tuo film per il Bastimento Film Festival